L'iniziativa sulla prevenzione in dettaglio...

torna indietro  

PRIMAVERA, E' TEMPO DI ALLERGIE - 5 CONSIGLI PER STARE MEGLIO

(pubblicato il 14/05/2014)




La primavera, gioia di molti, per alcuni è l’inizio di un tormento. Con l’arrivo della bella stagione aumentano i pollini nell’aria e per chi soffre di allergia sono guai. L’allergia di per sé non è una cosa grave, ma provoca sintomi fastidiosi che pesano negativamente sulla vita di tutti i giorni. In alcuni casi, le persone allergiche manifestano asma bronchiale, che determina difficoltà di respiro anche notevole ed è pertanto una condizione da non sottovalutare.

RINITE ALLERGICA
Chiamata anche “febbre da fieno”, interessa giovani e adulti senza distinzioni. In primavera, quando il clima è asciutto e ventoso, raggiunge il culmine. La pioggia, invece, è un alleato: “lava” l’atmosfera e porta al suolo i pollini, migliorando i sintomi, che sono quelli tipici del raffreddore.

LE CAUSE
Il sistema immunitario ha il compito di difenderci da sostanze estranee, come virus e batteri, che potrebbero rappresentare un pericolo per la salute.
Gli anticorpi sono le armi con cui intercetta e neutralizza gli intrusi. In certe persone, il sistema immunitario scambia alcune sostanze innocue presenti nell’ambiente (allergeni) per un pericoloso aggressore innescando la “reazione allergica”.

I POLLINI
Responsabili della rinite e della congiuntivite allergica sono soprattutto i pollini di graminacee selvatiche, presenti nell’aria in grande quantità da metà aprile a metà giugno. Si tratta di minuscoli granellini, invisibili a occhio nudo, che vengono liberati dalle piante e trasportati dal vento.

I FARMACI
Pur con tutte le dovute precauzioni, spesso non si può fare a meno di ricorrere ai farmaci. Alcuni servono per alleviare i sintomi, altri per prevenirli; alcuni sono di libera vendita, altri richiedono la ricetta medica.

Decongestionanti nasali
Il loro ruolo nel trattamento delle allergie è limitato: sono utili solo per liberare il naso chiuso. Applicati all’interno delle narici, restringono il diametro dei vasi sanguigni e decongestionano la mucosa nasale.

Antistaminici
Bloccano l’azione dell’istamina e sono efficaci contro gli starnuti, il naso che cola, il prurito al naso e agli occhi, ma non alleviano il naso chiuso. In genere si assumono per bocca. Gli antistaminici più recenti sono meglio tollerati e causano minore sedazione,  cosa importante se si deve guidare.

Cromoni
Rendono l’apparato respiratorio meno reattivo nei confronti dell’allergene. Vengono utilizzati per prevenire le allergie, ragione per cui vanno iniziati da 2 a 4 settimane prima della stagione pollinica e somministrati più volte al giorno per tutto il periodo.  I cromoni non hanno praticamente effetti indesiderati.

Corticosteroidi (“Cortisone”)
Grazie alla loro spiccata azione antinfiammatoria, sono i farmaci più efficaci nel
trattamento della rinite e dei disturbi allergici in genere.
Attenuano in modo consistente la sensazione di naso chiuso, la frequenza degli starnuti, lo scolo nasale e il prurito.


5 CONSIGLI PER STAR MEGLIO

1. Ridurre l’esposizione ai pollini
•  Rimanete in casa nelle giornate secche e ventilate.
•  Delegate il lavoro di giardinaggio a qualcun altro.
•  Lavate i vestiti che avete indossato all’esterno.
•  Evitate che i vostri animali  domestici si mettano sul letto o sul divano. Il polline si attacca al pelo animale.
•  Non appendete il bucato all’esterno. Il polline si può attaccare a lenzuola e asciugamani.

2. Fare particolare attenzione quando c’è molto polline
• Controllate su Internet le previsioni del polline e i livelli di allergeni da graminacee e altre piante in corso.
• Se si prevedono elevati livelli di polline nell’aria, iniziate a prendere i farmaci per l’allergia prima della comparsa dei sintomi.
• Chiudete le porte e le finestre di notte o in qualsiasi altro momento, quando i livelli del polline sono elevati.
• Evitate attività all’aperto nelle prime ore del mattino quando i livelli del polline sono più elevati.

3. Mantenere pulita l’aria interna
• Mettete l’aria condizionata in casa e in auto.
• Utilizzare dei filtri specifici contro l’allergia nel vostro sistema di ventilazione.
• Evitate che l’aria interna si possa asciugare tramite un deumidificatore.
• Utilizzare un filtro ad alta efficienza per il particolato atmosferico nella vostra camera da letto.
• Pulite i pavimenti con un aspirapolvere che abbia un filtro ad alta efficacia contro le particelle aeree.

4. Fare attenzione alla pulizia della casa
• Rivestite i materassi e usate delle coperture per cuscini a prova di allergia.
• Lavate lenzuola e coperte con acqua riscaldata ad almeno 50 °C.
• Passate l’aspirapolvere sui tappeti settimanalmente.
• Sostituite la moquette con un pavimento in laminato o in altro materiale duro che non raccolga gli acari della polvere e altri allergeni, in particolare nella vostra camera da letto.

5. Quando consultare il medico
Per molte persone l’uso di farmaci da banco consente di alleviare i sintomi da allergia alle graminacee ed altre piante, ma se le vostre allergie stagionali sono
particolarmente fastidiose, potrebbero essere necessari dei test cutanei o degli esami del sangue per scoprire esattamente quali sintomi vengono innescati dagli allergeni. Ciò può aiutarvi a determinare quali passi è necessario intraprendere per evitare che si possa innescare una reazione allergica e può aiutare il medico a determinare quali trattamenti possono funzionare meglio.